A Marina di Cecina due giorni di veleggiata competitiva targata ACSI

16 Ottobre 2020
Home - news territorio - A Marina di Cecina due giorni di veleggiata competitiva targata ACSI

Sabato 10 e domenica 11 a Marina di Cecina si è disputata la manifestazione PRIMA COPPA CHALLENGE ACSI VELA – III TROFEO MARINAI D’ITALIA, veleggiata competitiva organizzata dall’ACSI settore tecnico nazionale Vela e dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia sezione di Cecina “Pericle Franchi”.

Il sabato le 21 barche iscritte hanno disputato la veleggiata costiera sul percorso Marina di Cecina – Faro di Vada – Quercianella e ritorno. Le condizioni meteo, inizialmente incerte tanto da far ritardare la partenza, sono poi evolute al meglio con un vento teso di 15-18 nodi da sud con qualche salto lungo costa, consentendo ai regatanti di confrontarsi nelle varie andature e sulle scelte tattiche. Fin dalla partenza infatti si è capito che l’imbarcazione della Marina Militare, il mitico CHAPLIN barca storica di 17 metri vincitrice su tanti campi di regata fra cui il “Panerai Classic Yacht Challenge”, veleggiava per vincere il trofeo messo in palio da ACSI Vela e assegnato al primo in tempo reale sulle 3 prove previste, ingaggiando un duello a pochi centimetri di distanza con Gioconda2, Dufour 44 Performance in flotta alla A.S.D. Amica Vela di Cecina e con Phatomas, Elan 410 dell’armatore Carlo Podestà già vincitore di regate prestigiose come la “Roma per due”.

La svolta della regata è stata la scelta tattica di Gioconda2 che dopo la boa di Quercianella, girata dalle prime barche a pochi secondi di distanza, ha virato verso il mare aperto mentre le antagoniste proseguivano lungo costa. La maggior intensità del vento a largo ha consentito alla barca cecinese timonata da Roberto Puccetti, con Francesco Lagirti alla tattica e randa, Veronica Venturi, Mirko Grazzini e Alessio Faraoni a prua, Daniele Tavoni centrale e nel pozzetto Daniele Mazzei, Laura Semini e Simone Varghi, di prendere quel margine utile per chiudere la veleggiata al primo posto, seguiti da Chaplin a 7’ e da Phantomas a 9’. Ottima quarta e prima della classe Gran Crociera si è piazzata Beatriz armata da Beatrice Belli, un’altra socia dirigente di Amica Vela a.s.d. Prima in tempo compensato classe ORC è invece risultata Mizar, il First 31.7 di Patrizio Rosi reduce dalle esperienze del circuito Coppa Italia e Gavitello d’Argento a Punta Ala.

Purtroppo, l’allerta meteo diramata per domenica, ha costretto gli organizzatori a fermare le barche in porto e pertanto la classifica finale è rimasta legata ai risultati del primo giorno.

La cerimonia di premiazione, che è stata anticipata alla domenica mattina, si è svolta via radio VHF per evitare gli assembramenti ed i vincitori sono stati invitati a ritirare i premi uno alla volta ed in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa vigente anticovid. Oltre alle coppe, per i vincitori erano in palio tre quadri del pittore livornese Massimo Lomi e altri considerevoli omaggi offerti dagli sponsor della manifestazione assegnati con un’estrazione a sorte.

Vince quindi la prima coppa challenger Gioconda2 armata da Amica Vela a.s.d. mentre il III Trofeo A.N.M.I passa dalle mani di Nuvola a quelle di Allegrotta di Graziano Giannetti. I risultati completi e le foto dell’evento sono visibili sul sito www.trofeomarinaiditalia.it.

L’ACSI è uno degli Enti di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. ed è attivo sul territorio italiano del 1960, soprattutto in ambito calcistico. La Direzione Nazionale ha istituito il Settore Tecnico per la disciplina della VELA nel febbraio di quest’anno “al fine di coordinarne e svilupparne le attività nel territorio e contribuirà con ogni suo mezzo a promuovere i principi fondamentali dello sport della vela…”  – ci dice il Coordinatore Tecnico Nazionale Roberto Puccetti“…il settore VELA si occuperà di gestire a livello istituzionale i necessari riconoscimenti giuridici rapportandosi con Ministero, Federazione (FIV) ed altri Enti, di pubblicizzare ed incentivare le attività dei sodalizi affiliati che riguardano la formazione, creando un albo nazionale di formatori e stabilendone le linee guida per i vari livelli, ma soprattutto di pubblicizzare e sostenere l’organizzazione di eventi sportivi (regate, raduni, veleggiate, ecc.) sia a livello locale che nazionale. In questa ottica e grazie alla collaborazione offerta dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e con l’aiuto dei circoli nautici di Cecina e Quercianella, è stato organizzato questo evento che la formula CHALLENGE presuppone essere il primo di una lunga serie.”

Pin It on Pinterest

Shares
Share This