Campionato Nazionale ACSI di Fotografia Subacquea

14 Novembre 2019
Home - news - Campionato Nazionale ACSI di Fotografia Subacquea

Si è svolta a Porto San Paolo, in Sardegna, dal 17 al 20 di ottobre 2019, la nona edizione del Campionato Nazionale ACSI di Fotografia Subacquea,evento in seno al concorso fotografico in&out, organizzata da SlowDiveACSI Divisione Sub e ACSI Sardegna Est.

Il giovedì sera, come di consueto, presso la Casa delle Farfalle di Mare, il Presidente di SlowDive Roberto PorcuMario Romor di ACSI Divisione e l’Amministrazione Comunale di Loiri Porto San Paolo hanno dato il benvenuto ai partecipanti e presentato il programma. Roberto Porcu ha illustrato le regole principali e la logistica. La serata è proseguita sulle tematiche ambientali con Chiara Rosselli, dello staff dell’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, che ha descritto le attività di Citizen Science svolte, in seno al progetto TavolaraLab, durante la stagione estiva e relative al monitoraggio della Posidonia oceanica, mentre Mario Romor ha esposto un breve resoconto circa un alro progetto che prevedeva il monitoraggio delle specie aliene attraverso lo snorkeling. Attività, quest’ultima, condotta durante la stagione estiva dai soci di SlowDive con il coinvolgimento di subacquei, turisti e studenti del Liceo Classico A. Gramsci di Olbia.

Il venerdì mattina i concorrenti hanno formattato le schede di memoria, hanno fatto la prima foto assieme a un giudice di gara e, sistemate le attrezzature, si sono riuniti al molo della Marina di Porto San Paolo dove le imbarcazioni dei diving locali (Tavolara Diving, Mare Azzurro Diving, Atmosphere Diving e Aquarius Dive Center) erano pronte per portarli sotto la falesia di Tavolara nel campo gara. Complice la mite temperatura e le ottime condizioni ambientali, quasi tutti i subacquei hanno sfruttato al massimo il tempo a disposizione dimostrandosi fiduciosi per gli scatti effettuati nelle limpide acque dell’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo. Dopo la riemersione, i concorrenti sono ritornati a terra dove hanno consegnato le 50 fotografie realizzate sott’acqua. Successivamente, entro l’orario previsto, tutti i concorrenti hanno consegnato i tre scatti scelti tra le 50 foto consegnate, uno scatto per ciascuno dei temi previsti: macro, pesce e ambiente.

Oltre alla gara fotografica, in&out 2019 ha ospitato altri eventi collaterali a cui hanno aderito numerosi spettatori. Nella serata di venerdì il famoso fotografo naturalista Domenico Ruiu ha raccontato come ha coordinato la realizzazione del volume Sardegna 20 Fotografi di Natura presentato al pubblico con la partecipazione di Miho Tsuruoka e Marcello Chiodino due dei 20 fotografi che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera. Sabato sera Alain Serru, un affermato oftalmologo Nuorese, super appassionato di mare e fotografia, ha coinvolto il pubblico con la proiezione delle proprie immagini realizzate prevalentemente in apnea nel golfo di Olbia mentre Marcello Chiodino ha proiettato un video ed alcune fotografie molto accattivanti che descrivono la bellezza e la natura selvaggia delle coste della Sardegna.

Nel pomeriggio di sabato, mentre la giuria presieduta da Miho Tsuruoka completava le operazioni di valutazione delle immagini a concorso, nella spiaggia del Vecchio Faro, presso la sede della sezione di Porto San Paolo della Lega Navale Italiana, Renato Romor e Tony Borghesan gestivano l’azione  “Scopri la fotografia subacquea”, dedicandosi ai giovani snorkelisti. Bambini e ragazzi, grazie alle fotocamere messe a disposizione dai concorrenti e dall’organizzazione hanno potuto cimentarsi nella fotografia subacquea and interagire con le sirene coordinate da Francesca Magnone di Alpha Diving. La domenica mattina, Roberto Porcu con la collaborazione dello staff di SlowDive ha condotto la cerimonia di premiazione iniziando proprio con i più giovani. Sono state proiettate le foto realizzate ed i tre bambini che hanno effettuato il numero maggiore di fotografie sono stati premiati da Renato Romor e Tony Borghesan. Subito dopo è stata la volta dei vincitori della categoria “solo esterne” meritatamente vinta da Mauro Mendula, al secondo posto Mauro Muzzu, seguito da Marina Mudadu; al quarto posto il giovane Francesco Pierini che ha preceduto Maria Pia Murrighile. Dopo la visione delle foto esterne è arrivato il momento dei filmati realizzati nella categoria action cam con la conferma al primo posto del veterano Francesco Pisciottu seguito dal promettente Paolo Marras, entrambi acclamati dal pubblico.

Il tema del Trofeo Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo era l’Habita della Posidonia oceanica. Tutti i concorrenti potevano partecipare presentando un’ulteriore immagine rappresentante il tema previsto. Il vincitore del Trofeo consegnato da Augusto Navone, direttore dell’ente di gestione Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo è stato Federico Pastore. Le foto della Posidonia sono state valutate da una giuria specifica che comprendeva anche operatori dell’area marina protetta con Egidio TrainitoChiara Rosselli e Gavino Canu. Anche alcuni membri della giuria di in&out hanno partecipato (fuori concorso) realizzando alcune immagini d’effetto dell’habitat della Posidonia oceanica. Poi è stata la volta del momento clou della mattinata: la premiazione del concorso in&out, che prevedeva 3 foto subacquee e 3 foto esterne per ciascun concorrente. Alla gara hanno partecipato fotocamere compatte, reflex e mirrorless accorpate in un’unica categoria. Al primo posto della classifica assoluta in&out 2019 si è piazzata Lina Nieddu seguita molto da vicino da Maria Agostini con al terzo posto Stefano Cellini. I punteggi delle foto realizzate sott’acqua hanno sancito la classifica del campionato Nazionale ACSI di Fotografia Subacquea, vinto da Maria Agostini, al secondo posto Lina Nieddu seguita da Stefano Cellini. Interessante osservare che nei primi due posti, colorati di rosa, troviamo due fotografe che hanno utilizzato fotocamere compatte. Oltre ai vincitori sono stati premiati i concorrenti che hanno ricevuto le menzioni speciali per le diverse categorie. Salvatore Colella è stato premiato per la sua foto macro, Federico Pastore per la bellissima donzella pavonina (pesce) e Gianni Pozzo per la foto dell’ambiente subacqueo.

Le classifiche complete di tutta la manifestazione comprese anche le categorie “solo esterne” e “action cam”si possono vedere al link: http://www.inandout.co.it/in&out%202019_classifiche.html

Il momento delle premiazioni è stato anche l’occasione per ringraziare tutti gli sponsor ed i supporter, tra cui ACSI, ESA, Sardinia Ferries, Residence Hotel Porto San Paolo, e consegnare le targhe di ringraziamento alla Lega Navale di Porto San Paolo, all’Amministrazione Comunale, all’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo. Le giuria è stata presieduta da Miho Tsuruoka con la partecipazione di: Adriano Occhi, Settimio Cipriani, Carlo Ravenna, Marcello Chiodino, Anna Moccia, Stefano Prandi ed Alain Serru. Prima della valutazione, tutte le immagini ed i filmati sono stati codificati in modo da non permettere la diretta identificazione degli autori da parte dei giudici.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche Francesco Lai e Andrea Piredda (Sindaco e Vicesindaco di Loiri Porto San Paolo) che assieme all’Amministrazione supportano la manifestazione e che hanno ribadito la soddisfazione per i risultati raggiunti, auspicando di ripetere l’esperienza anche il prossimo anno che vedrà in scena la decima edizione dell’evento.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This