Ciclocross, facce nuove in testa alla 8^ prova del Superprestige cx

2 Dicembre 2021

Moncalieri Parco delle Vallere (To), 28 novembre 2021. L’ultima volta che eravamo stati qui era stato un disastro: pioggia e freddo avevano flagellato la corsa su un tracciato forzatamente rimaneggiato, lasciando tutti, corridori e pubblico, scontenti. L’anno scorso non si è fatto niente perché c’era il Covid. Per la verità c’è anche adesso ma abbiamo imparato a tenerlo alla larga e così riusciamo ad avere una vita sportiva quasi normale.

Oggi è il tempo ideale per correre. Anche se fa freddo, il cielo è sereno e il sole che c’è è sufficiente a riscaldare il terreno, oltre alla voglia di gareggiare e il nostro cuore, che ha bisogno del calore della gente. Inoltre, l’organizzatore della manifestazione, Marco Cusati, insieme ai suoi amici e collaboratori, grazie anche all’aiuto del personale dell’Ente Parco, ha realizzato un tracciato bello e divertente mediante il quale si è voluto ricordare una persona che non c’è più e così la gara s’intitola “ 1° Memorial Marco De Giovanni”. I concorrenti hanno “annusato” il prezioso evento e sono accorsi numerosi, quasi 140, per trascorrere come piace a loro qualche ora della domenica. E mentre il fiume Po scorre silente di fianco a noi, andiamo a dare il via alla prima delle due gare in programma, quella dei “sotto i cinquanta anni”.

In 63 si lanciano in massa verso la prima curva, poi il tracciato si restringe e la lotta per primeggiare si fa sempre più serrata, con Veronese e Dellerba che si alternano al comando, seguiti da Osella e Torreano.

Mentre Veronese ha un paio d’incidenti meccanici ed è costretto ad arrendersi, nella quarta tornata il senior1 Marco Torreano si porta in testa, sempre contrastato dal veterano 2 Bruno Dellerba che non lo molla mai e qualche volta gli passa davanti. Assistiamo anche alla bella prestazione di Mussa che si porta in terza posizione e a quella di Domini e Testa, subito dietro. La situazione rimane così anche nei pressi del traguardo, dove Dellerba è già in vantaggio e Torreano, mentre imposta un’improbabile rimonta, scivola, fortunatamente senza conseguenze, proprio all’ultima curva. Vittoria meritata dunque per Bruno Dellerba che va a scrivere il proprio nome sull’albo d’oro di questo classico ciclocross piemontese e su quello del Superprestige CX At-Cn-To 2021/22.

Ben 7 ragazze popolano il “parterre” della seconda partenza che, insieme ai maschi delle categorie “over 50” tra i quali c’è il neo pensionato salvatore Gelli che salutiamo, raggiungono la bellezza di ben 74 concorrenti. Partenza unica anche per loro e inevitabile e necessaria scrematura fin dalle prime battute, poi i campi e il tracciato fanno il resto, proiettando al comando maschile la coppia PCS Crivellari/Sedici e al femminile quella Di Prima/Borgarello.

I due “soci” Crivellari e Sedici vanno d’amore e d’accordo per tutta la gara inseguiti da Mauro Motta, Bagnasco, Cotto e Bosticco, quest’ultimo un bravissimo stradista che ha trovato motivazione nel ciclocross ottenendo buonissimi risultati.

Alla fine delle sei tornate previste, al traguardo si presentano così: Crivellari G1, Sedici G2, Motta G2, Bagnasco G2, Cotto G1, Bosticco G2, Novelli G2 e Sasia G1, detto “l’impautà” per via della sua destrezza nel fango, per noi indigeni torinesi: “pauta”.

Le donne, Borgarello e Di Prima, dopo avere proseguito la loro corsa in coppia “chiaccherosa” (si sa che le donne chiacchierano anche mentre faticano), decidono di tagliare il traguardo abbracciate a suggellare una vittoria comune davanti agli occhi vigili di noi giudici di gara, costretti a improvvisarci “fotofinish vivente”. Taglia prima il traguardo Ernestina Borgarello insieme all’amica Daniela Di Prima. Di seguito arrivano Tiziana Squizzato, Giuliana Maren, Elena Bergero, Claudia Tinivella e Paola Emiliana Lo Vetere, tutte donne B (meno giovani), le uniche disposte a sporcarsi senza che sia la mamma e lavare gli indumenti.

Tra gli sgA a primeggiare è Luca Olivetti davanti a Viglione, Gelli, Stocco, Ulano e Violi mentre tra i B Batilde è davanti a Fedrigo, Cognetto, Bosio, Berti e Rocca.

A conclusione della bella festa, perché la manifestazione odierna aveva tutte le sembianze di una festa tra amici, naturalmente con il dovuto “distanziamento sociale”, Cusati, dopo che a tutti i concorrenti aveva consegnato il tradizionale pacco gara, ha elargito una folcloristica premiazione per i primi di ogni categoria.

Ormai siamo a pomeriggio inoltrato di questa bella domenica e, mentre il sole incomincia a baciare sempre più da vicino le montagne e concorrenti e pubblico vanno a raggiungere altre destinazioni, gli amici e collaboratori di Cusati ritirano tutto il materiale che ha delimitato i 2600 metri del percorso e noi riprendiamo le nostre cose dando appuntamento domenica prossima 5 dicembre a Carmagnola per la 9ª prova di questo combattutissimo Superprestige 2021/22.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This