Danza, un grande anno targato ACSI

4 Dicembre 2019
Home - news - Danza, un grande anno targato ACSI

Un anno inteso a livello internazionale si è concluso per i danzatori affiliati ACSI, distintosi per livello tecnico e professionalità in contesti prestigiosi.

Nell’ambito degli scambi internazionali, intrapresi dal Direttore Artistico del settore danza Dino Carano, i selezionati alle tappe del Gran Prix de la danese, Il Premio DOC (danza oltre confine) Top Dance, la vetrina premiata di Danza in Fiera e il Campionato Nazionale danza, hanno preso parte realtà affiliate ACSI, dando lustro all’impegno, la dedizione e passione dei danzatori che se pur allievi hanno raggiunto un livello e una mentalità professionale. Il settore nazionale ACSI ha dato vita a un confronto che possa aprire nuovi orizzonti con l’Ucraina patria della danza praticata secondo una tradizione storica che ha forgiato i migliori danzatori del mondo. I settori impegnati sono stati quello della danza classica, danza moderna, danza contemporanea e hip hop. Il logo ACSI si è messo in luce con le partnership di eventi che vedono una partecipazione su scala mondiale per un confronto e crescita sulle tendenze della danza.

A novembre 2018 presso la scuola di formazione più importante in Kiev (Totem Dance Studio), diretta da Kristina Shyskarova, si è tenuto il concorso di danza contemporanea e moderna TOTEM NON SOLO FESTIVAL, evento in cui si è registrata la partecipazione della scuola Liceo Professionale Danza diretta da Roberto Prete, distinguendosi per l’interpretazione coreografica e tecnica insieme alla scuola Formazione Danza Accademia Normanna, diretta da Annarita Zimmermann e Dino Carano. A dicembre 2018, sempre a Kiev, si è tenuto il Feel The Beat, con la direzione artistica di Aleksander SKyba e Kostantin Trofimov. Presenti in giuria Luca Orefice e Pako Capuano (Tecnici ACSI), insieme a Dino Carano e il al secondo classificato della scuola Academy For Dance diretta Emilia De Filippo nella sezione hip hop junior. Per i solisti merito al primo classificato nella sezione modern di Silva Romano e Stefania Amoroso, presentate dalla scuola Progetto danza diretta da Marianna Lupo.

Fiore all’occhiello, la partnership con il Gran Prix di Kiev, uno dei più prestigiosi concorsi che si tiene nel teatro nazionale di stato Taras Shevchenko, con la direzione artistica del direttore della scuola Nobuhiro Terada. L’evento ha visto la partecipazione di oltre 100 solisti provenienti da ogni parete del mondo che si sono messi in luce davanti una giuria di altissimo spessore con nomi illustri della danza, quali Vladimir Malakov e Leonid Sarafanov. In questa magica vetrina l’Italia è stata rappresentata da danzatori formatosi nelle scuole ACSI. Per la delegazione artistica erano presenti Dino Carano e Clarissa Mucci (docente dell’Accademia Nazionale di Danza). Per i danzatori in concorso si sono distinti Liliana Viglione e Giuseppe Scaramuzzi, presentati dall’accademia dello spettacolo diretta da Barbara ScaramuzziGiuseppe Iodice, presentato dal Liceo Tersicore diretto da Luca Facente, e Paolo Pierno, della Scuola Chorus Ballet diretta da Bianca Canfora. A marzo, nel prestigioso evento WOD (WORLD OF DANCE) di Ucraina, tenutosi a Lviv, erano presenti tra i giurati i tecnici ACSI Alessandro Papa, direttore della scuola O.D.S, e Giovanni Mauriello, direttore della scuola Learn in The Box, insieme a Dino Carano. Occhi puntati ora è sulla scuola Napoli city Ballet, diretta da Enzo Padulano e Simona Barattolo, e la Sweet Dance Academy, diretta da Gianni Rauso e Veronica Saltillo, che insieme a Dino Carano e Salvatore Capasso in veste di giurati voleranno a Lviv UCRAINA nei giorni 18/20 ottobre per prendere parte al concorso U dance.

A novembre, nell’edizione 2019 del Totem Dance Non solo festival, sarà la volta della scuola delle arti diretta da Pia Tagliamonte e Consueta Palomba, mentre in giuria presenzierà Maria grazia Monopoli (tecnico ACSI e talento della coreografia), direttrice della scuola Evoluzione Danza. La stagione chiuderà con il Feel The Beat in Kiev, a dicembre2019, con la partecipazione delle scuole +Positano Dana. diretta da Alessandra Ginevra, e la scuola Royal Dancing diretta da Susy Ardolino. Un traguardo raggiunto grazie agli sforzi tenuti dal direttore artistico, capace di stringere una collaborazione tra gli eventi nazionali e Kiev. Novità di quest’anno lo “sbarco” in Giappone: ad aprile, infatti, l’ACSI e Dino Carano voleranno a Tokyo nella prestigiosa competizione Victoria Ballet diretta da MIhoko Maihara.
Nell’epoca della globalizzazione, anche la danza targata ACSI si apre al mondo.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This