Grande successo del Campionato Nazionale ACSI di Kung-fu Wushu e Sanshou

5 Dicembre 2019
Home - news - Grande successo del Campionato Nazionale ACSI di Kung-fu Wushu e Sanshou

Nei giorni 30 novembre e 1 dicembre si è svolto il Campionato Nazionale ACSI di Kung-fu Wushu e Sanshou.

Un successo di partecipazione sia per numero di atleti che per società partecipanti.

Nella stupenda cornice del Palapaternesi di Foligno si sono avvicendati più di 450 atleti, provenienti da 51 società in rappresentanza di 15 regioni italiane, che si sono cimentati nelle varie categorie che questo sport annovera.

Si sono susseguiti 250 combattimenti nelle categorie LightSanshou, Sanshou, Tuei Shou a fermo ed in movimento, e 600 performance nelle gare di forme a mani nude e con armi, nel Duilien, nel Taiji e nel wushu moderno. Tutto questo è stato reso possibile anche grazie allo sforzo immenso del corpo arbitrale diretto dai Capigiudice Iacovella Carmine, Torcolo Luca e Contardi Massimo che hanno saputo gestire le quattro aree di gara in modo magistrale.

La manifestazione ha visto il momento più spettacolare nella serata di sabato dove è stato organizzato un incontro tra una rappresentativa di atleti di Sanshou ACSI opposta ad una rappresentativa nazionale della Romania: 5 atleti che si sono confrontati dando vita a combattimenti di altissimo profilo tecnico dai quali la compagine ACSI è uscita vittoriosa per 3 a 2. Gli incontri sono stati intervallati da esibizioni delle più prestigiose società ACSI.

Il merito di questo successo va iscritto allo staff nazionale del settore coordinato da Sifu Enzo Izzo e dall’impegno della asd Taichi Teraphy che organizzava l’evento. Il grande lavoro dei due direttori di gara Sara Borriello e Mattia Lorenzi hanno portato la manifestazione a svolgersi senza intoppi nei tempi stabiliti ed a concludersi la domenica verso le 14,00 consentendo anche a squadre provenienti dalle regioni lontane di poter rientrare in orari comodi.

L’appuntamento adesso è per il 28 e 29 marzo 2020 per la Coppa Italia a Napoli denominata “Festival del Vesuvio”.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This