Granfondo Laigueglia Lapierre: si riparte…con successo!

1 Mar, 2022

Due ciclisti stranieri conquista il successo assoluto nella prima prova del Gran Trofeo Gs Alpi. Il francese Thibaut Clement (G.M.C. 38) tra gli uomini e la canadese Emilie Fortin (Sprinteur Nice). Prima del via è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare quanto sta tristemente accadendo a poca distanza da casa nostra e le popolazioni che soffrono. I 1300 ciclisti al via, confermano il graduale ritorno degli appassionati in gruppo. L’elevata partecipazione straniera il prestigio di questa manifestazione che precede di soli tre giorni il Trofeo Laigueglia professionisti. 

Laigueglia (Savona) – Se la Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre si potesse descrivere con una sola parola, questa sarebbe colori. L’azzurro intenso del mare, il marrone della morbida sabbia che disegna i tre chilometri di arenile, i colori delle piastrelle che costituiscono il Muretto del Ciclista. Corso Badarò, collegamento tra le numerose piazze che si affacciano sul mare, punteggiato dai colori degli oltre 1300 ciclisti che hanno preso il via a questa 24° edizione della manifestazione amatoriale che ha aperto i circuiti Gran Trofeo Gs Alpi e Zero Wind Show e precede di soli tre giorni ila 59° edizione del Trofeo Laigueglia, prova d’apertura del calendario professionistico italiano.

Ma anche il verde della zona di arrivo di Colla Micheri, scelto dodici anni or sono da Vittorio Mevio per tutelare i ciclisti in gara, che in un’assoluta domenica invernale ha visto il successo del francese Thibaut Clement (G.M.C. 38) protagonista di una progressione, quando mancavano ormai 1500 metri al traguardo, in compagnia dell’ex professionista Senni Manuel (Gc Borello).

I due riuscivano a sorprendere il drappello dei fuggitivi e Thibaut si imponeva con autorità iscrivendo il suo nome nel prestigioso albo d’oro di questa manifestazione. Secondo posto per Senni e terzo per il campano Roberto Cesaro (Team Euronix) già a segno in questa prima parte di stagione in una gara su strada.

Nel segno dell’internazionalità anche l’arrivo delle donne, con il successo dell’elite canadese Emilie Fortin (Sprinteur Nice) davanti alla cuneese Aime Lisa (Passatore), quest’anno già vincitrice a Diano Marina, e Bottini Emilie (Zerotest).

Si riparte con un pensiero per chi soffre. Il ciclismo è passione, divertimento (per coloro che non lo praticano come attività lavorativa), sofferenza (in bicicletta si soffre per raggiungere i propri obiettivi), ma importante è non arrendersi assolutamente anche nei momenti più tragici.

Ad abbassare la bandiera a scacchi è il sindaco Roberto Sasso del Verme che, durante il suo messaggio di saluti agli atleti prima della partenza, ha chiesto di osservare un minuto di silenzio per ricordare quanto sta tristemente accadendo a poca distanza da casa nostra e le popolazioni che soffrono. “Un momento di riflessione sulle atrocità della guerra e sui recenti avvenimenti in Ucraina; un pensiero alle vittime di questa e di tutte le guerre”.

La carica dei 1300. Il numero dei ciclisti partecipanti è un primo importante segnale di ripresa e la risposta che ci si aspettava dagli appassionati di questa disciplina: la voglia di tornare a pedalare in gruppo. Un successo che evidenzia anche la crescita dei circuiti Gran Trofeo Gs Alpi e dello Zero Wind Show, che può essere considerato il primo circuito in Italia per numero di abbonati, in cui è inserita la manifestazione.

Inoltre la manifestazione è valida anche quale prova del Campionato Nazionale Gran Fondo e Mediofondo Acsi Ciclismo che ogni anno, al termine della stagione, premia i suoi tesserati che hanno partecipato al maggior numero di prove in programma. Il supporto del più prestigioso e importante ente di promozione sportiva guidato da Emiliano Borgna, che viaggia a vele spiegate verso i sessantamila tesserati, e la sua crescita rappresentano una sinergia determinante per la crescita di questi eventi. “La Granfondo Laigueglia Lapierre è da sempre la prova d’apertura del calendario internazionale di questa attività – evidenzia Borgna mentre il gruppo multicolore dei partecipanti sfila in Corso Badarò per andare ad affrontare i primi chilometri di gara – l’impegno e la professionalità di Vittorio Mevio sono sotto gli occhi di tutti. Da Laigueglia riparte un messaggio importante rappresentato dalla voglia di tornare a pedalare in gruppo dei nostri tesserati e di tutti gli appassionati di ciclismo. Stiamo tornando gradualmente ad una vita normale, dopo due anni che hanno segnato per sempre le nostre vite e cambiato le nostre abitudini, ma la passione per questa affascinante disciplina sportiva nasce dal cuore e niente e nessuno potrà mai cambiarla”.

Nel segno dell’internazionalità. Il successo assoluto di due ciclisti stranieri e l’elevato numero di partecipanti provenienti da altre nazioni, sono la testimonianza tangibile dell’interesse che questa manifestazione suscita anche oltre i nostri confini nazionali. Il turismo sportivo rappresenta un volano per l’economia e la promozione del territorio di questa località balneare, soprattutto nei mesi invernali, e i due eventi internazionali che si svolgono a Laigueglia a distanza di soli tre giorni (Granfondo Laigueglia Lapierre e Trofeo Laigueglia professionisti) rappresentano l’occasione ideale per scoprire questa località turistica, il suo clima mite anche in inverno e tornare a trascorrervi le vacanze estive.

Elevato standard di sicurezza. La sicurezza, è da sempre l’obiettivo principale di patron Vittorio Mevio, abituato a vivere le sue gare dinanzi ad un computer portatile, attraverso il quale gestisce il sistema satellitare che permette di monitorare la posizione dei mezzi al seguito della gara. Un supporto utile a far fronte tempestivamente ad eventuali emergenze e assicurare la chiusura del percorso di gara per almeno sessanta minuti concessi dalle autorità. I complimenti ricevuti da numerosi partecipanti non rappresentano per gli organizzatori un punto di arrivo, ma la partenza verso un nuovo ambizioso traguardo in fatto di sicurezza.

Il parco biciclette custodito ha permesso ai partecipanti di tornare a gustare il pasta party, nel vassoio è stata servita una prelibata pasta calda al pesto, continuando a confrontarsi in attesa della premiazione che ha chiuso questa indimenticabile giornata di sport e segnato un graduale ritorno alla normalità anche nel mondo dello sport.

Questa la classifica della ventiquattresima edizione della Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre elaborata dal timing MySdam – Endu.

Classifica Granfondo Laigueglia Lapierre

1°) Thibaut Clement (G.M.C. 38)

2°) Senni Manuel (Gc Borello)

3°) Cesaro Roberto (Team Euronix)

4°) Pozzetto Federico (Vivo MG.K Vis Dal Colle)

5°) Pisetta Andrea (Team Sildom Garda)

6°) Filippi Enrico (Vivo MG.K Vis Dal Colle)

7°) Carlini Ettore (Hair Gallery Cycling Team)

8°) Martinelli Christian (Team Colpack)

9°) Mauti Rossano (C.C. Roma Cicli Rossi)

10°) Tamussi Francesco (Team Oop)

Classifica femminile Granfondo Laigueglia Lapierre

1°) Fortin Émilie (Sprinteur Nice)

2°) Aime Lisa (Gs Passatore)

3°) Bottini Emilie (Zerotest)

4°) Portaluri Giulia (Rodman Azimut Squadra Corse)

5°) De Marchi Sabrina (Rodman Azimut Squadra Corse)

6°) Manfredi Mara (AG Cores Dal Colle)

7°) Palmisano Maria Elena (Garda Scott Matergia)

8°) Bertone Iride (Bike4Langhe)

9°) Mazzetto Chiara (PM Sport)

10°) Calvi Di Coenzo Eleonora (Rodman Azimut Squadra Corse)


Questo il calendario del circuito Gran Trofeo Gs Alpi 2022

  • 13 marzo Granfondo Internazionale Alassio a Alassio (Savona)
  • 01 maggio Granfondo Internazionale Torino Motovelodrono di Torino a Torino
  • 26 giugno Granfondo Internazionale Gavia e Mortirolo a Aprica (Sondrio)

Costo abbonamento 2022:

– Euro 140 iscrizione a quattro manifestazioni
– Euro 115 iscrizione a tre manifestazioni

E’ possibile abbonarsi sino alla data di svolgimento della seconda prova, domenica 13 marzo.

PER ISCRIVERSI

Per ulteriori informazioni consultare il sito Gs Alpi 

Pin It on Pinterest

Shares
Share This