I vagantivi: un documentario dedicato alla pesca amatoriale

1 Ottobre 2021

Il giorno 10 settembre 2021 è stato proiettato alla 78ª Mostra del Cinema di Venezia il documentario del regista Stefano Enzo I Vagantivi: storia e cultura della civiltà lagunare dall’insediamento ai giorni nostri.

L’evento, rivolto alla celebrazione dell’attività di pesca nella laguna veneziana, una tradizione in voga fin dai tempi più antichi, ha visto la presenza di Massimo Parravicini, rappresentante dell’Associazione ‘I Vagantivi’, recentemente affiliata all’ACSI: ‘’questo documentario nasce dalla paura di perdere questa arte che ci è stata tramandata dai nostri genitori e nonni. È una passione, una forma di simbiosi con l’ambiente circostante’’.
Nella pellicola la laguna viene celebrata come una regina, una ninfa salina che avvicina l’uomo alla natura. La descrizione delle attività di pesca viene suddivisa per mesi, attraverso l’intervento di vari pescatori di diverse generazioni, alternati a stacchi di immagini visive rappresentative dell’ambiente lagunare. Ciò che salta subito all’occhio durante la visione è il rapporto tra il territorio, l’evoluzione degli sport tradizionali e l’attività sociale e di aggregazione.

Non mancano di essere descritte quelle che sono le difficoltà di questo sport, presenti soprattutto nei mesi invernali. Una descrizione del rapporto tra uomo, animale e natura che è stata in grado di emozionare il pubblico presente, quasi a sottolineare quanto ciò che conti non sia l’effettivo bottino di pesca, ma la tranquillità e l’armonia che luoghi come la laguna veneziana sono sempre stati in grado di trasmettere ai pescatori.

Un documentario introspettivo in cui la voce narrante fa presente come al giorno d’oggi tutto sia modernità omologata, dove spesso ci dimentichiamo di chi siamo, da dove veniamo e quali siano i nostri sogni, motivo per cui è fondamentale il connubio tra affiliazione ad enti sportivi e attività che intrecciano culture e tradizioni che altrimenti andrebbero dimenticate.

Massimo Parravicini ha più volte sottolineato come sia importante tramandare di generazione in generazione queste passioni e, soprattutto, ha posto con occhio di riguardo l’importanza della salvaguardia dell’ambiente, tema fondamentale di questi tempi. Il presidente dei Vagantivi sottolinea quanto sia fondamentale per l’associazione appoggiarsi all’Ente sportivo ACSI quale strumento per garantire l’attività di pesca nel presente e nel futuro.

Citando le ultime parole del regista: ‘’io sono l’acqua che bevo, il pesce che mangio, l’aria che respiro, i colori che vedo, l’amore che provo: chi perde tutto questo perde anche se stesso’’.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This