Progetto AcsiForma – Formazione Insegnanti Danzatricità® 2021

7 Luglio 2021

Attenzione alla prima infanzia nel post-pandemia

“Durante questo anno e mezzo di pandemia chi ha subito maggiormente le restrizioni dovute al lockdown sono i bambini e, nello specifico, la prima infanzia costretta a vivere la propria quotidianità con limitazioni della libertà personale sia a sviluppo psichico che motorio, nonché nell’interazione con i coetanei e con i propri cari.

Vediamo pertanto la necessità di lavorare con loro in profondità sulle relazioni, sulle stimolazioni psicomotorie adeguate e sul rispetto dei loro tempi e della loro libertà.

La nostra Formazione Insegnanti di Danzatricità® 2021 è stata quindi rinnovata in base alle esigenze attuali rilevate, impostando il percorso formativo in 5 intense giornate (40 ore totali) a cui si aggiungono 50 ore di formazione teorica parallela preparata da AcsiForma: gli insegnanti risultano in questo modo preparati per i piccoli allievi d’età 0/48 mesi con un programma il cui focus è il bambino nella sua totalità : individualità, unicità, profondità.

Ricordiamo le linee guida di DANZATRICITA’®: è un programma codificato per i bimbi dalla nascita al prescuola, e, nello specifico, da 0 a 48 mesi in compagnia della mamma; poi, in autonomia, dai 4 ai 5 anni.

Il nome DANZATRICITA’® nasce da un’ovvia fusione tra DANZA e MOTRICITA’: la Motricità decisamente è la base per lo sviluppo dei bambini mentre la Danza è la parte artistica e musicale del movimento; non si parla di Danza accademica, ma di un’unione tra motricità, musicalità, creatività. Danzatricita’® nasce con il principio di seguire il corretto sviluppo motorio e psicofisico dei bambini da 0 a 48 mesi e successivamente nella fascia d’età 4-5 anni.

Seguendo parzialmente i principi della studiosa e pedagogista Emmi Pikler, Danzatricita’® non vuole imporre nuove scoperte al bambino, ma vuole rispettare il suo sviluppo stimolandone le capacità acquisite.

Libertà motoria significa dar libertà al bambino di scoprire, provare, sperimentare, esercitare, conservare o abbandonare nel corso del tempo tutte le nuove forme di movimento che desidera, chiaramente in tutta sicurezza.

L’adulto non deve forzare il bimbo a fare movimenti che lui non abbia mai fatto prima di sua iniziativa e soprattutto non deve obbligare il piccolo ad attività non necessarie se il bambino non ne ha voglia.

Gli incontri di DANZATRICITA’® accompagnano i bambini nelle loro scoperte e nel loro sviluppo all’insegna del divertimento. In 45 minuti di qualità mamma/bimbo, il conduttore accompagnerà la mamma ed il suo bambino alla scoperta di giochi, filastrocche e movimenti con la musica.”

Nicoletta Genovese
www.danzatricita.it
3356836518

Pin It on Pinterest

Shares
Share This