Superprestige cx 6^ prova: Sasia e Veronese volano sul fango di Cercenasco

15 Nov, 2021

Cercenasco (To), 14 novembre 2021. Se ieri abbiamo avuto una giornata primaverile, da questa notte si è tornati all’autunno inoltrato con nebbia e pioggia a momenti leggera e spesso copiosa. E’ la giusta stagione del ciclocross e i 74 concorrenti che sono convenuti a Cercenasco per la 6ª prova di Superprestige cx At-Cn-To non si sono sicuramente lasciati intimidire dal clima.

L’organizzatore della manifestazione, nonché corridore, Ferruccio Elia, fresco reduce da uno sfortunato infortunio (è vero anche che gli infortuni non sono mai fortunati) che gli ha immobilizzato un braccio, per tracciare il percorso si è avvalso del prezioso e inestimabile aiuto dei volontari della Pro Loco e della “famiglia” del ciclocross, avversari corridori, ma soprattutto amici, che sono venuti a “sporcarsi le mani” e non solo, per aiutare a tracciare e rendere ancora una volta possibile la realizzazione della gara.

Dopo la verifica tessere, rigorosamente in spazio aperto ma riparato dalla pioggia, ci spostiamo sul campo di gara poco distante dal centro abitato.

“Fortunati” quelli della 1ª partenza, categorie Gentleman, superGentleman e donne, che hanno trovato il terreno non ancora abbastanza “trattato” dalle ruote delle bici e che hanno potuto effettuare almeno i primi giri con condizioni relativamente normali. Poi la pioggia ha iniziato ad aumentare e il terreno si è fatto più pesante, lasciando ai concorrenti solo la speranza di un impossibile non peggioramento.

Per la cronaca citiamo l’iniziale “fuga” del G1 Maurizio Sasia, riagganciato nel giro di una delle cinque tornate dal G2 Mauro Sedici che per due giri si tiene al comando della corsa.

Nella penultima tornata c’e l’attacco di Sasia che si porta definitivamente in testa. Alle sue spalle Sedici ha un cedimento dal quale si avvantaggia il G2 Mauro Motta. Alla fine del 5° giro, con una media appesantita dal fango, di 15,59 km/h, taglia primo il traguardo Maurizio Sasia, seguito appunto da Motta e Sedici. L’sgA Andrea Zamboni si aggiudica il premio speciale messo in palio da Ferruccio Elia per il primo supergentleman mentre l’infreddolitissima Ernestina Borgarello termina la corsa lasciandosi alle spalle le altrettanto brave Marietta Aleina e Lorenza Vaschetti.

Ben più pesante la corsa degli under 50, resa ostica dal fango quasi “alluvionale” che intasa il circuito. Cinque giri anche per loro ma nessuno si lamenta dei pochi chilometri che dovranno percorrere. Nei primi tre giri è il senior2 Alessio Crivello che transita in testa sulla linea d’arrivo, ma il veterano2 Simone Veronese, partito 30 secondi dopo, lo incalza fino a superarlo, lasciandogli solo la seconda posizione, che Crivello conserverà fino al traguardo, seguito dai veterani2 Mussa, Dellerba e Cucco, dall’S1 Allochis e dallo junior Marco Violi, uno degli “amici” che ha aiutato Elia a tracciare il percorso. La velocità media di questa seconda gara è stata notevolmente rallentata dalle condizioni del terreno ed è risultata di poco inferiore ai 14 km/h.

Le maschere di fango che tagliano il traguardo, dopo avere lavato se stesse e le bici nell’apposito spazio messo a disposizione della Pro Loco, si “ricompongono” e, dopo avere mostrato il “green pass”, si radunano nel salone adibito a premiazione dove, oltre alla suddetta, officiata anche dall’Assessore allo Sport Samuel Civra, che Ferruccio Elia ha voluto impreziosita da pregiati “magnum” e bottiglie di vini d.o.c., viene servito, offerto sempre dalla Pro Loco, guidata dall’eclettico signor Mauro, un gustosissimo pranzo per tutti i presenti. Ne esce una bella festa nel rispetto delle norme anti Covid che lascia tutti contenti e sfamati, pronti per tornare a casa a godersi la restante parte di pomeriggio.

L’avventura del Superprestige CX 21/22 proseguirà domenica prossima 21 novembre alla Michelin di Cuneo.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This